ANEP Emilia Romagna su Legge 2656 Lettera del Presidente Ugo Coperchini

Pubblicato il 27-04-2016 da Maurizio Boarini - ( 862 letture )

 

Carissimi Educatori e soci della Sez. ANEP Emilia Romagna,

questa è la lettera inviata dal Presidente ANEP Sez. Emilia Romagna al quotidiano Libertà sulla posizione di ANEP sulla presa di posizione di ANEP sulla proposta di legge 2656 (Iori-Binetti ) legge di riordino delle professioni di Educatore e Pedagogista la nostra Associazione ANEP.

La nostra è una posizione di politica associativa, sulla proposta di legge di riordino della figura dell'educatore professionale ,la proposta di legge è la numero 2656 denominata legge Iori - Binetti che sono le deputate proponenti.

Premesso che il nostro comparto è molto deregolamentato ed una legge che faccia chiarezza sulla nostra figura è assai auspicabile ed è attesa da oltre vent'anni da tanti professionisti che svolgono il gravoso compito di vicinanza e cura alle persone in difficoltà e a rischio di disagio sociale.

Questa legge è stata presentata il 18 Aprile presso la sede dell'università Cattolica di Piacenza nell'ambito di un convegno che ha per titolo  "partiamo dal titolo" si intente il titolo di Educatore,  il convegno era centrato sull'intervento della deputata Vanna Iori che ha presenta la sua proposta di legge, la Iori è una parlamentare del gruppo del PD.

Noi come Associazione ANEP manifestiamo la nostra preoccupazione perché questa proposta di legge è l'ennesima occasione mancata per la soluzione di alcuni nodi, che riteniamo imprescindibili per  riformare la nostra Professione.

 

Nodi che possiamo così sintetizzare e che speriamo possano trovare accoglimento nei vari emendamenti che da diverse parti sociali sono state richieste e sollecitate e che speriamo possano trovare accoglimento in fase di dibattito parlamentare :

  • Profilo Unico per una unica professione.
  • Denominazione unica, noi proponiamo Educatore Professionale
  • Creazione di interfacoltà tra le due Università per arrivare all'unificazione della professione come già previsto dal decreto 520 del 98 in materia di profili professionali in ambito sanitario tra i quali si annoverava il profilo dell'educatore professionale tuttora vigente.
  • Dare uno stop alle formazioni di vario tipo Regionali che creano figure assimilabili all'educatore
  • Troviamo giusta la formazione di un Educatore Professionale  esclusivamente attraverso il percoso universitario purchè sia unitario.
  • Salvaguardia degli operatori in attività attuando norme transitorie che con uma giusta gradualità possano accedere a a corsi professionali compensativi abilitanti.
  • Proponiamo l'abilitazione professionale per tutti gli educatori professionali

 

     

  Ep Ugo Coperchini               

Presidente Sezione ANEP Emilia Romagna

 

 

Pubblica in:   

Notizia presente in: