ICF-DIPENDENZE: UN SET DI STRUMENTI PER PROGRAMMARE E VALUTARE LA RIABILITAZIONE

Pubblicato il 21-11-2017 da Comunicazione ANEP - ( 580 letture )

 

I prossimi 6 e 20 Febbraio 2018 prenderà avvio un corso sull'ICF per le DIPENDENZE organizzato da ANEP a Verona presso il distretto Socio Sanitario di via Capitel.

 

PRIMO ANNUNCIO - ICF-DIPENDENZE: UN SET DI STRUMENTI PER PROGRAMMARE E VALUTARE LA RIABILITAZIONE

 

Di fronte all’aumento delle situazioni di cronicità nell’uso di sostanze o di alcol ed al moltiplicarsi delle condizioni di dipendenza fin dall’adolescenza, cresce l’esigenza di adottare una prospettiva ermeneutica più ampia, che sia in grado di considerare non solo l’individuo nel suo ruolo di paziente ma la persona nella globalità della propria condizione di vita e di salute.

Oggi più che in passato si riconosce come la condizione di dipendenza abbia ripercussioni sulla vita quotidiana, oltre che sulla psiche e le funzioni del corpo, ed entrambi questi diversi ordini di fattori contribuiscono a definire la gravità della patologia.

A partire da tale definizione si pone una questione metodologica che riguarda quali interventi siano necessari per assicurare al paziente le migliori prospettive di benessere e di salute secondo l’accezione ampia definita dall’OMS già nel 1948.

E’ su questa prospettiva che è stato prodotto il set di strumenti denominato ICF-Dipendenze, che si basa sulla Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute introdotta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2001. La Classificazione ICF  si caratterizza per l’assunzione di un modello antropologico biopsicosociale che può essere agevolmente applicato agli stati di dipendenza patologica, la quale spesso si manifesta anche come una vera e propria disabilità psicosociale, come riconosciuto anche dall’American Psychiatric Association con l’ultima revisione del DSM.

ICF-Dipendenze consente di:

  • valutare il funzionamento complessivo della persona e ricavare, attraverso confronto diretto col paziente, le informazioni più precise per identificare quali sono i suoi bisogni psicosociali prioritari in quel momento, secondo criteri attendibili;
  • fornire evidenze in ordine all’efficacia degli interventi riabilitativi.

PROGRAMMA

 

 

1° GIORNATA 6 FEBBRAIO 2018

dalle 09.00 alle 11.00

La lettura del funzionamento e della disabilità secondo il paradigma biopsicosociale dell'ICF

Metodo didattico: lezione frontale con dibattito

dalle 11.00 alle 13.00

Esercitazione in piccoli gruppi con discussione in assemblea

dalle 14.00 alle 16.30

ICF-Dipendenze: presentazione gli strumenti. Training sull’utilizzo dei qualificatori

Metodo didattico: esercitazione in piccoli gruppi.

2° GIORNATA 20 FEBBRAIO 2018

dalle 09.00 alle 10.30

Confronto sulle sperimentazioni individuali

Metodo didattico: dibattito in grande gruppo

dalle 10.30 alle 12.00

La riabilitazione secondo i concetti di inclusione e recovery

Metodo didattico: lezione frontale

dalle 12.00 alle 13.00

Leggere le priorità sulla base del profilo di funzionamento.

Metodo didattico: lezione interattiva, con dimostrazioni del docente

dalle 14.00 alle 15.45

Il questionario di autovalutazione del paziente.

Definire un programma riabilitativo a partire dai dati della valutazione.

La rivalutazione a distanza di tempo.

Metodo didattico: Lezione interattiva, training sullo strumento.

dalle 15.45 alle 16.30

Questionario di valutazione del corso e prova scritta di verifica dell’apprendimento.

 

____________________________________________________________________________

Note organizzative

  • Il corso è rivolto a Educatori, Psicologi, Medici, Infermieri, Assistenti sociali ed altri operatori dei Servizi pubblici e privati per le Dipendenze;
  • E’ stato richiesto accreditamento ecm;
  • I posti disponibili sono 40;
  • Per i costi e le informazioni sulle modalità di iscrizione si rimanda a un successivo avviso.

 

Pubblica in:   

Notizia presente in: ECM  ,  in aula  ,  Noi EP  ,  sanità  ,  welfare