Lettera aperta al Rettore dell'Università degli Studi di Genova in merito alla disattivazione del I° anno del Corso di Laurea in Educazione Professionale a partire dal A.A. 2017/2018

Inviato da mario Saiano il 25/04/2017 (504 letture)
Pubblica in:


 

ANEP intende esprimere il suo totale disappunto in merito alla scelta di disattivare presso l'Università degli Studi di Genova il I° anno del C.d.L in Educazione Professionale.

Sono state inviate diverse comunicazioni ai referenti istituzionali Regionali ed Universitari affinché venga istituito un tavolo tecnico per confrontarsi in merito a tale decisione presa da parte dell' Università.

In data 1 marzo 2017 la Scuola di Scienze Medico Farmaceutiche ha deliberato in merito alla proposta formativa per l'a.a. 2017/2018, relativa ai corsi di laurea delle professioni sanitarie. ANEP ha richiesto formalmente l'accesso agli atti che sono pervenuti alla scrivente associazione in data in 10 aprile. Dalla lettura di questi,  non si comprende come a fronte di una necessaria rivalutazione della sostenibilità dei corsi di laurea causa di una ristrettiva normativa (DM 47/2013, DM 1059/2013, DM 194/2015) che impone n° professori incardinati per ogni anno di corso, e il collocamento a riposo di docenti e la mancanza di reclutamento degli stessi, la Scuola di Scienze Medico Farmaceutiche, decida di attivare una Laurea Magistrale in  Scienze Sanitarie della Prevenzione SNT4 disattivando tre corsi di laurea di I° livello tra i quali il C.d.L in Educazione Professionale.

Sempre dalla lettura degli atti non si comprende come siano stati scelti gli indicatori che sono stati utilizzati per la comparazione dei diversi corsi di laurea, ad esempio il tasso occupazionale dei neo laureati, viene considerato solo in ambito sanitario (e non in ambito socio sanitario). Ciò nonostante il C.d.L in Educazione Professionale non risultava tra i corsi "messi peggio".

Da un sondaggio svolto da ANEP Liguria i laureati E.P. dal 2006 al 2016 che lavorano nel settore sanitario e socio sanitario risultano essere più del 95%.

Non si comprende quindi quale è la logica che porta a disattivare un C.d.L che permette ai giovani laureati di trovare una occupazione professionale in tempi brevi, e lasciare attivi dei C.d.L. che hanno una ricaduta in termini di tasso occupazionale inferiore.

Non si comprende quindi la logica che porta a confrontare C.d.L che mettono a bando ogni anno 10/15 posti di accesso, con corsi di laurea che mettono a bando ogni anno 25/30 posti di accesso.

E come viene citato in delibera non si comprende la logica di mantenere attivo il C.d.L di Igiene Dentale che richiede la necessità di spendere numerose risorse economiche, a causa di attivazione di numerosi contratti onerosi, visto la difficolta di erogazione dei S.S.D di riferimento.

Non si comprende come a fronte delle normative Regionali che impongono in tempi brevi ai lavoratori non ancora in possesso del titolo abilitante di accedere alla formazione per riqualificarsi, venga negata la possibilità di accedere alla formazione necessaria.

Per tutti questi motivi ANEP chiede al Magnifico Rettore dell' Università degli Studi di Genova Prof.  Paolo Comanducci di attivare un tavolo tecnico,  con  tutti i riferenti istituzionali per un confronto in merito alle cause e alle conseguenze che tale decisione avrà sul territorio Ligure e nei servizi in cui l'Educatore Professionale esercita la sua professione.

 





0
Commenti

    Per poter commentare la notizia bisogna essere soci Anep oppure essere registrati al sito.

    oppure